Europe

4 fatti che ti faranno venire voglia di andare in vacanza in Slovenia

10/08/2016

Hai mai pensato di passare qualche giorno in vacanza in Slovenia? Se la tua risposta è no, forse dovresti pensarci meglio e leggere questo articolo. Ti racconterò qualcosa che ti farà venire voglia di visitare questo piccolo verde paese che confina con l’Italia.

Ho trascorso 4 giorni in Slovenia e mi sono resa conto di quanto sia meravigliosa e i suoi abitanti molto accoglienti. La sua forma, osservata su una cartina dell’Europa, somiglia al profilo di un gallo. Ma ciò forse non basta a stimolare la tua curiosità nei confronti di un paese così vicino all’Italia ma ancora poco conosciuto dal punto di vista turistico. Spesso infatti noi italiani preferiamo le affollate spiagge della Croazia, e quando sentiamo parlare della Slovenia erroneamente pensiamo alla Slovacchia (giuro che è successo). Ma la meta vale veramente la pena dal punto di vista paesaggistico, ed è molto economica.

E allora leggi i 4 fatti che ti faranno venire voglia di andare in vacanza in Slovenia

Slovenia - Lago di BledSlovenia - Bled1. Uno stato piccolo per tanti paesaggi diversi

Quando penso alla Slovenia, mi viene in mente il noto proverbio “nella botte piccola, c’è il vino buono”. E non solo perché durante il mio viaggio io ne abbia assaggiato tanto, tantissimo, forse troppo. Mi riferisco piuttosto al fatto che in soli 20.273 chilometri quadrati si alternano paesaggi naturali tanto diversi quanto magnifici. Nel giro di poche ore di auto si può tranquillamente passare dalla montagna al mare, attraversando la collina e i paesaggi carsici. Durante la mia vacanza in Slovenia, ad esempio, ho fatto colazione a Lubiana, ho pranzato sul Lago di Bled, e infine ho cenato nella zona collinare della Bela Krajina in una stessa giornata.

A nord troviamo il fatato mondo delle montagne che ospita il Parco Nazionale del Triglav, uno dei più grandi d’Europa, pittoreschi laghi come il famosissimo Lago di Bled o il meno conosciuto Bohinj, e il meraviglioso scenario delle Alpi Giulie. Qui poi troviamo anche la Valle dell’Isonzo, consigliata da moltissimi amici e set di alcune scene del film Le Cronache di Narnia: il principe Caspian.

Vacanza in Slovenia - TriglavVacanza in Slovenia - TriglavAltro paesaggio unico nel suo genere è quello del Carso, area compresa tra il Golfo di Trieste e la valle della Vipava, caratterizzato da un vero e proprio mondo sotterraneo originatosi dal fenomeno erosivo dell’acqua sul terreno calcareo. Pensate che la Slovenia è il paese carsico per eccellenza con il 43% del territorio occupato da queste formazioni straordinarie. Ben ventincinque grotte sono visitabili e, tra queste, le più note sono le grotte di Postumia o di San Canziano.

Vacanza in Slovenia - PostumiaPer chi ama il mare, la Slovenia offre 47 chilometri di costa. Forse pochi ma indubbiamente caratterizzati da un’atmosfera rilassata e assolutamente top per il wellness. In questa zona ti segnalo la baia di Strugnano conosciuta per la talassoterapia e per le falesie rocciose a picco sul mare. Qui potrai provare la Shell Therapy, un trattamento benessere che sfrutta il calore delle conchiglie per favorire il rilassamento corporeo e mentale.

E poi ti cito il territorio rurale della Bela Krajina, al confine con la Croazia. Un continuo susseguirsi di colline e vigneti che mi hanno fatta innamorare, e ubriacare, visto che nella zona si producono tra l’altro ottimi vini bianchi e rossi. Ma di questa parlerò più approfonditamente in un altro articolo.

Slovenia 10Bela Krajina2. Slovenia verde per il turismo sostenibile

La Slovenia è la meta ideale per un viaggio “verde”, capace di produrre il minimo impatto sull’ambiente naturale. Pensa che si tratta del terzo paese più boscoso d’Europa (il primo è la Finlandia) e i boschi coprono il 60% del territorio; valore che andrà aumentando, visto che ogni anno il governo pianta un milione duecentomila nuovi alberi. In questi boschi vivono almeno 500 orsi bruni, una delle più grandi popolazioni in Europa. Proprio per queste ragioni, più di un terzo del territorio sloveno è stato dichiarato territorio protetto della rete europea grazie al progetto Natura 2000. La popolazione e il governo sono interessati a tutelare l’ambiente e a rendere la Slovenia una meta green, portatrice sana di quel turismo sostenibile che farebbe tanto bene a tutto il pianeta.

Slovenia La stessa capitale Lubiana è stata eletta capitale verde europea nel 2016 grazie a una serie di interventi, realizzati in brevissimo tempo, per ridurre l’impatto ambientale e l’inquinamento. La raccolta dei rifiuti, la qualità dell’acqua che è potabile dappertutto, aree pedonali e parchi sparsi ovunque rendono la città slovena la più verde d’Europa.

3. La tradizione prima di tutto

Altra cosa che mi ha piacevolmente colpito della Slovenia è l’attaccamento alla tradizione popolare, e il desiderio di promuovere un turismo culturale che faccia scoprire le radici di questa terra. Nel mio tour della Bela Krajina ho avuto modo di imparare a cucinare la tipica focaccia chiamata Pogača, conoscere come vivevano le famiglie contadine in epoca antica, e osservare la lavorazione artigianale del lino che caratterizza quest’area. La tradizione poi va di pari passo con la gastronomia, e qui si apre un mondo di sapori dominato dalla produzione vitivinicola.

Nella città di Maribor cresce la più antica vite del mondo che, nonostante i suoi 400 anni di età, produce ancora oggi 25 litri di vino. Ben 216 chilometri quadrati del territorio sloveno sono occupati da vigneti, e sono moltissimi i festival gastronomici dedicati ai prodotti del territorio quali i salinai, i cavoli, le castagne, il miele, la birra e la lavanda.

4. Attività outdoor

La Slovenia è una meta top per chi ama l’escursionismo e le attività outdoor. Ci sono quasi 7 mila chilometri di sentieri escursionistici e ciclistici segnalati, praticabili senza problemi e dotati di infrastrutture quali rifugi e bivacchi. Tra questi vi segnalo quello che porta al Monte Triglav, la vetta più alta della Slovenia, percorribile senza fretta in due giorni fermandosi a dormire in un rifugio situato a più della metà del percorso. Pare che non si possa affermare di aver visitato la Slovenia senza essere saliti sul Triglav. Ragion per cui dovrò tornare al più presto per completare l’opera.

Vacanza in Slovenia - TriglavOvviamente vi sono anche escursioni molto più semplici e alla portata di tutti, come la visita del Canyon di Vingtar accessibile ai turisti grazie a comode passerelle in legno. Nella bella stagione poi si può praticare rafting, canoa o kayak sui fiumi, oppure parapendio sopra le Alpi Giulie. 

Vingtar GorgeSlovenia - Fiume KolpaUna vacanza in Slovenia può davvero essere una buona idea. Come hai visto da questo articolo, le attività che puoi fare sono moltissime e adatte a varie tipologie di turismo che vanno da quello sportivo all’enogastronomico. Inoltre la Slovenia si può raggiungere dall’Italia comodamente in auto oppure in autobus dalle città di Venezia, Trieste o Firenze (con Flixbus o FlorentiaBus). Una vacanza in Slovenia a portata di portafoglio.

Se vuoi saperne di più e cerchi informazioni per organizzare la tua vacanza in Slovenia, visita il sito dell’ente turistico sloveno.

Credits: Alcune delle foto contenute in questo articolo sono state scattate, e gentilmente concesse, da Tadej Rogelja della fattoria Zelisca Rogelja (quelle relative al Parco Nazionale del Triglav) e da Vanesa Horvat (Grotte di Postumia).

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.